Un getto del peso di classe mondiale è atteso a Savona per il 13esimo Meeting internazionale Città di Savona. La specialità, da sempre uno dei punti di forza della tappa Challenger del World Athletics Tour al “Complesso Polisportivo Giulio Ottolia”, anche mercoledì 15 maggio (con orario 15:50-18:50) avrà in pedana alcuni dei più importanti interpreti mondiali. Prima dei nomi, i numeri: a Savona ci saranno due dei primi 10 pesisti del ranking mondiali e sei lanciatori con personali sopra i 21 metri. Su tutti Leonardo Fabbri, ormai quasi un “cittadino onorario” di Savona: per il 27enne fiorentino sarà la sesta partecipazione consecutiva al meeting (per lui la vittoria nel 2020, i secondi posti nel 2019 e 2023 e la terza piazza del 2021), con due medaglie pesantissime in più al collo come l’argento mondiale di Budapest 2023 e il bronzo iridato al coperto conquistato lo scorso 1° marzo (tutti e quattro i medagliati azzurri di Glasgow saranno a Savona: già annunciati infatti Mattia Furlani nel lungo, Lorenzo Simonelli nei 110m ostacoli e Zaynab Dosso nei 100m). Il rapporto di Fabbri con la città di Savona va però oltre la competizione internazionale: Leonardo lo scorso anno fu infatti anche ospite di un partecipato incontro con le scuole. Con un personale da 22,37 indoor Fabbri non detiene però il lancio più lungo del cast di Savona 2024: a 22,44 (miglior lancio europeo dal 1989 a oggi) è arrivato infatti Zane Weir, azzurro compagno di allenamenti del toscano (con la guida di Paolo Dal Soglio) che vanta in carriera il titolo europeo indoor 2023 e vinse lo scorso anno il meeting con il record della manifestazione a 21,60. A rendere ancora più qualificata la gara saranno quattro lanciatori di prim’ordine: il sudafricano Kyle Blignaut, sesto ai Giochi di Tokyo e campione del mondo Under 20 2018 (21,21 di personale); il bosniaco Mesud Pezer, primatista nazionale con 21,48 e quinto a un Mondiale indoor nel 2018; Mohamed Magdi Hamza, egiziano da 21,39 di bronzo agli ultimi Campionati Africani e due volte argento ai Giochi Africani; il britannico Scott Lincoln, un personale da 21,28 e un bronzo agli ultimi Giochi del Commonwealth in bacheca.
L’evento si svolgerà con il sostegno di: Comune di Savona, Regione Liguria, Fondazione Agostino De Mari, Università di Genova, Unione Industriali Savona, FIDAL e Cus Genova.
Main Sponsor: ESI, Azimut Investimenti, Mondo, Transmare, BCC Pianfei, Wintecare, Italtende Del Grande, Sportissimo e Sporting Savona.

Scarica qua questo comunicato in formato pdf.

facebook
instagram