Un 100 metri stellare è atteso a Savona mercoledì 15 maggio. La 13esima edizione del Meetinginternazionale Città di Savona, al “Complesso Polisportivo Giulio Ottolia” e in diretta RAI (15:45-18:40), avrà al via nella prova maschile addirittura quattro atleti con personali sotto il “muro” dei 10 secondi, uno dei quali sceso in carriera sotto i 9.80. Ai blocchi della Fontanassa, nella tappa Challenger del World Athletics Tour, sarà nientemeno che Trayvon Bromell, lo sprinter statunitense classe 1995 che grazie all’atletica ha trovato il riscatto dopo un’infanzia difficile e in carriera è arrivato fino a 9.76. Bromell, campione del mondo dei 60m indoor nel 2016, ai Mondiali vanta due bronzi sui 100m, a Pechino 2015 (dietro due “totem” come Bolt e Gatlin) e a Eugene 2022: finalista olimpico 2016 a Rio, a Tokyo arrivò in condizioni non ottimali uscendo di scena in semifinale e da allora ha lavorato duro per trovare la strada per la rivincita a Parigi. Trayvon si allena negli USA nel gruppo di Marcell Jacobs agli ordini di Rana Reider: nello scorso luglio si è sottoposto a una delicata operazione al tendine di Achille destro e la riabilitazione è stata gestita al meglio dall’ex velocista Simone Collio, coordinatore della divisione performance di Wintecare. Il velocista statunitense a Savona inseguirà il primo sub-10” del suo 2024, stimolato da una concorrenza formidabile. Nel cast allestito dal direttore organizzativo Marco Mura figurano infatti altri nomi altisonanti: su tutti Reece Prescod (Gran Bretagna), 9.93 di personale e 9.94 ventoso per vincere a Savona nel 2023; poi altri due britannici quali Eugene Amo-Dadzie (9.93 in carriera) e il bronzo europeo 2022 Jeremiah Azu (10.04 di personale); quindi Emmanuel Eseme (Camerun), 9.96 di personale e un recentissimo oro vinto ai Giochi Africani in gara proprio sui 100m; infine Jerome Blake, canadese da 10.00 allenato anch’egli da Reider, oro mondiale 2022 e argento olimpico 2021 con la 4×100. Il record del meeting, lo storico 9.95 di Jacobs nel 2021, potrebbe correre grossi rischi, in una distanza che avrà al via anche l’olimpionico azzurro della 4×100 Lorenzo Patta e l’argento della 4×100 dei mondiali di Budapest Roberto Rigali.

L’evento si svolgerà con il sostegno di: Comune di Savona, Regione Liguria, Fondazione Agostino De Mari, Università di Genova, Unione Industriali Savona, FIDAL e Cus Genova.
Main Sponsor: ESI, Azimut Investimenti, Mondo, Transmare, BCC Pianfei, Wintecare, Italtende Del Grande, Sportissimo e Sporting Savona.

Scarica qua questo comunicato in formato pdf.

facebook
instagram